Lyda Lammers è nata a Delft e dal 2005 abita a Boxmeer - Paesi Bassi.

Inizialmente si è dedicata alla creazione di mosaici.
Inseguito, passando dalle tecniche della tessitura con realizzazioni di arazzi, è poi approdanda alla pittura acrilica, scoprendo le vastissime possibilità dell’uso combinato di colori acrilici, ad olio e del pastello.
I soggetti dei suoi lavori sono a volte ispirati da fatti storici e da incontri speciali o da un libro che vengono intrecciati a sogni ed esperienze.
Lyda Lammers è una viaggiatrice che nelle sue opere collega culture, religioni e mitologia.
Partendo dalla percezione l’Artista opera e trasforma la stessa percezione in una tangibile esperienza emotiva.
Le sue opere riflettono i propri sentimenti sulla scia della sua intuizione.

Nell’impostazione di un’opera, nella magior parte dei casi, non c’è un piano prestabilito. E’ durante lo stesso processo di realizzazione dell’opera che si sviluppa e si trasforma il progetto di esecuzione del lavoro.
Da circa otto anni Lyda Lammers si cimenta anche come scultrice della pietra lavorando tra l’altro il marmo, l’alabastro, il noir de Mazy e il travertino.

La pittura e la scultura sono per l’Artista i mezzi più efficaci che le consentono di dar forma ai suoi pensieri e ai suoi sentimenti.

Esempi delle opere di Lyda Lammers sono visibili nell’Annuario degli Artisti 2011, 2012, 2013, 2016, 2017 e 2018, e nei volumi “ l’Arte nei Paesi Bassi ”, terza e quinta edizione e in “European Contemporany Artists” 2016/2017.